LoL MOBA

LEC: promossi e bocciati del girone d’andata!

lec promossi e bocciati

Le prime quattro settimane di battaglie del LEC hanno dato il loro responso: le gerarchie di League of Legends, in Europa, sono più fragili che mai.

I due storici pilastri, Fnatic e G2, stanno faticando più del previsto mentre team meno blasonati occupano i vertici della classifica. La pausa a fine girone d’andata è l’occasione perfetta per riflettere a mente fredda sulle prime nove partite di questo Summer Split!

LEC: Rogue e MAD Lions promossi a pieni voti!

I primi della classe sono cambiati: con G2 e Fnatic in crisi, nuove leve hanno preso il loro posto in cima alle gerarchie di LoL. Stiamo ovviamente parlando di MAD Lions e Rogue, primi in classifica con sette vittorie e due sconfitte.


I MAD Lions hanno letteralmente dominato il girone d’andata. Togliendo la prima e l’ultima partita, Shadow e compagni hanno fatto piazza pulita degli avversari, segnando la striscia di vittorie più lunga di questo split: ben sette consecutive.

Questo filotto è arrivato sulla scia dell’ottimo Spring Split: la squadra che aveva messo in difficoltà i G2 nei playoff primaverili è migliorata moltissimo, seguendo uno stile aggressivo e un po’ sfacciato. Kaiser e Shadow hanno continuato a stupire su tutta la linea, mentre Humanoid ha dimostrato di essere uno dei migliori midlaner d’Europa.

La vittoria nello scontro diretto contro i Rogue consolida il primo posto per i MAD Lions che, a questo punto, sono i favoriti a chiudere la stagione regolare in testa.

mad lions lol
Carzzy, altro pilastro dei MAD Lions – Fonte (Riot Games)

La vera sorpresa di questa torrida estate, però, è un’altra: dietro un cappuccio blu, i ragazzi dei Rogue hanno stupito tutti, chiudendo al secondo posto il girone di andata.

E non ci sono arrivati a caso. Guidati da una botlane molto solida, Hans SamaVander, i Rogue hanno dimostrato di essere una squadra quadrata, coesa ed ordinata, capace di vincere anche in situazioni ostiche (vedi il match contro gli Origen).


Dovessero avere un calo nella seconda parte di stagione, il cuscinetto (2 vittorie sul terzo) creato in questo girone di andata potrebbe tornargli comodo. L’obiettivo rimane l’accesso ai playoff, l’unica carta per giocarsi il passaggio ai mondiali.

Fnatic bocciati: crisi d’identità!

Le grandi regine di LoL in Europa hanno fatto più di qualche passo falso in questo girone di andata.

Per i Fnatic è una pagella da incubo: arrivano al giro di boa con più sconfitte che vittorie e la sensazione di aver perso per strada l’identità di squadra. Fortunatamente siamo ancora al “primo quadrimestre” e Rekkles e compagni hanno il tempo che gli serve per limitare i danni ed assicurarsi quello spot tra le prime sei.

Al momento, però, non sembra che possano puntare molto più in alto. Coordinazione ed idee sono scarse, per non parlare di alcune prestazioni individuali.

Tuttavia, non dobbiamo fare l’errore di ritenerli fuori dai giochi. I Fnatic sono noti per le rimonte insperate e in quest’occasione, complici mezze crisi di altri team, sembrano persino più a galla di quello che dovrebbero essere.

rekkles fnatic lol
Rekkles riuscirà a far risorgere i Fnatic? – Fonte (Michal Konkol via Riot Games)

Prima di passare ai G2, soffermiamoci un secondo sulle altre squadre, spesso tralasciate per motivi di tempo.

Gli Excel hanno trovato spirito nelle ultime fasi del girone di andata, chiudendo a pari punti con i Fnatic. Discorso contrario invece per SK e Vitality, entrambe partite bene ma con il freno a mano tirato nelle ultime partite.

Origen e Misfits, invece, si sono dati il cambio rispetto alla primavera: grazie anche all’arrivo di Kobbe e ad un’inattesa vittoria contro i MAD all’ultima partita, i Misfits sono terzi a pari merito, mentre gli Origen sono ancora fermi a quattro vittorie.

Per tutti questi team, l’obiettivo è uno: centrare la top 6 e sperare nel miracolo.

G2 un po’ altalenanti: rimandati!

I G2 sono senza dubbio il caso più particolare di tutti. Nel girone di andata hanno raccolto solo cinque vittorie, senza dubbio un passo indietro rispetto al dominio a cui ci avevano abituato, ma non hanno deluso come i Fnatic.

I G2 sono parsi un po’ altalenanti ma è sembrato quasi che lo facessero per gioco. Hanno vinto ogni scontro diretto con le avversarie principali, eccezion fatta per gli Origen, Perkz ha dovuto riadattarsi al ruolo di tiratore e in seguito si è preso una pausa nell’ultima settimana, lasciando la corsia inferiore nelle mani di P1noy.

La sensazione è che i G2 stiano soltanto giocando con il loro cibo, pronti a macinare vittorie appena Perkz tornerà al 100%. Fino a quel momento, meglio che gli avversari si prendano tutte le vittorie che trovano.

Menzione d’onore: tra i bocciati non potevamo non mettere gli Schalke. Tra cambi di rosa e figuracce, la squadra tedesca è riuscita a racimolare una vittoria (che caritatevoli i Fnatic) ma non sembra in grado di tenere testa alle altre nove.


Chi dominerà il girone di ritorno? Fatecelo sapere nei commenti!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.