LoL MOBA Speciali

Jhin: vincere in quattro e quattr’otto – LoL Battle Academia #41

jhin lol battle academia 41

Benvenuti a questa puntata di LoL Battle Academia dedicata a Jhin! Oggi faremo un viaggio in corsia inferiore e andremo a trovare un Adc molto particolare: Il Virtuoso!

Con una winrate vicina al 51%, questo campione è un’ottima scelta per coloro che vogliono scalare le classificate dalla botlane. È anche un’ottima opzione per chi non è main Adc e vuole avvicinarsi a questo ruolo, il suo playstyle unico lo rende interessante per i novizi.

Se vi siete persi le scorse puntate di LoL Battle Academia cliccate qui! E recupererete tutto il sapere perduto.


Ma non perdiamoci in ulteriori chiaccherere! Continuate a scorrere l’articolo per imparare a giocare Jhin!

Jhin: quattro abilità quattro colpi

Non vi ricordate più quali siano le abilità di Jhin? Non preoccupatevi! Le passeremo ora in rassegna. Però, se volete, un salto sul sito ufficiale Riot è sempre un ottimo modo per rinfrescarsi la memoria. Se invece volete studiare i numeri di questo Adc, per capire i suoi punti forti, cliccate qui.

La passiva è l’arma di Jhin: Sussurro che ha solo quattro colpi. Spara con una cadenza fissa e il quarto colpo critterà e infliggerà danni da esecuzione. Inoltre, quando effettua un colpo critico ottiene velocità di movimento bonus. Questo ti permetterà di riposizionarti tra un attacco e l’altro e rende questo Adc meno immobile di quanto sembri. Inoltre, il quarto colpo ti permetterà di generare pressione e di ottenere priorità in corsia, perciò utilizzalo con saggezza.

Con la Q Jhin spara un bossolo che rimbalza quattro volte. I danni di questa abilità aumenteranno a ogni unità uccisa. È un ottimo modo per pokare e gestire le ondate di minion. Se hai bisogno di qualche dritta su come gestire la fase di linea abbiamo una guida su misura per te.

La W è uno skillshot a lunga gittata che immobilizzerà i nemici recentemente danneggiati da Jhin o dai vostri alleati. È ottima per effettuare combo di CC sugli avversari, permettendot idi ucciderli in sicurezza.


La E è una trappola invisibile che rallenta i nemici ed esplode dopo un breve lasso di tempo. Inoltre, questa abilità marchierà i nemici per la W, così potrai fare pick dalla distanza! Puoi usarle principalmente in modo difensivo, ma con un po’ di pratica perfino in modo offensivo.

Con la R Jhin canalizza, trasformando Sussurro in un maestoso cannone da spalla. È in grado di sparare quattro colpi potenziati con grande gittata, capaci di perforare minion e mostri, ma che si fermano al primo campione colpito. Sussurro menoma i nemici colpiti, rallentandoli e infliggendo danni da esecuzione. Il quarto colpo è perfetto e ha una potenza epica che garantisce il colpo critico.

Jhin spiegato direttamente da Mamma Riot! – Fonte (Riot)

Jhin: oggetti e rune per perfezionare il quattro!

Eccoci finalmente giunti alla parte più succosa dell’articolo: le rune e gli oggetti per Jhin.

La Runa Chiave ideale per Il Virtuoso è Piede Lesto, che ti permette di sfruttare al massimo la velocità di movimento della passiva e ti permette di affrontare la fase di corsia con una certa tranquillità. A seguire Presenza della Mente risolverà i problemi di mana di Jhin. Per terminare il ramo primario prendi Leggenda: Stirpe, per quel succoso rubavita, e Colpo di Grazia, per massimizzare i danni.

Il ramo secondario ideale è: Stregoneria con Cappa della Nuvola, per la comodissima e fortissima velocità di movimento bonus, e Tempesta Incombente, per scalare come Dio comanda.

Jhin Rune
Le rune più popolari e di successo per Jhin, almeno finché non cambierà il meta! – Fonte (Riot)

Gli Incantesimi dell’Evocatore ideali sono Guarigione e, naturalmente, Flash. Ma anche Sfinimento ha il suo perché su Jhin e gli Adc in generale. Per scoprire quali sono le situazioni perfette per questa scelta esotica, dai un’occhiata a questa guida.

Ora che abbiamo coperto le scelte da fare prima che cominci la partita, passiamo alle scelte in partita: la build per Jhin. Come oggetti iniziali la Lama di Doran affiancata da una Pozione della Salute, sono perfetti per affrontare la fase di linea col Piede Lesto giusto. Il primo oggetto da acquistare è Frammento d’Infinito, per le sue ottime statistiche e soprattutto gli ottimi componenti. Gli stivali migliori sono gli Stivali della Rapidità, ma in caso di necessità anche i Calzari del Ninja e i Calzari di Mercurio sono valide opzioni. Per terminare la core build di Jhin acquista il Fucile a Ripetizione, la gittata aggiuntiva renderà il quarto colpo ancor più temibile!

Come terzo oggetto il Rasoio della Tempesta offre tutto quello che serve a questo Adc, con un rallentamento come ciliegina sulla torta. Per terminare la build hai diverse opzioni validissime tra cui dovrai scegliere per adattarti perfettamente a ogni partita. Queste sono: Danzatore Fantasma, Pugnale di Statikk, Bramasangue, Fauci di Malmortius, Angelo Custode, Saluti di Lord Dominik e Memento Mori.

I pro e contro di contare fino a quattro

Pro:

  • Forte mid game e late game
  • Burst di danni enormi
  • Abilità a lunga distanza che permettono a Jhin di operare in relativa sicurezza
  • Buona presenza e pressione in corsia se giocato adeguatamente
  • Ultimate in grado di cambiare le sorti della partita
Jhin LoL Battle Academia Splash Art
“Mi sono erto dal fango e dalla polvere, Sono un fiore di loro. Io sono bellezza.” cit. Jhin – Fonte (Riot)

Contro:

  • Bassa mobilità, che non basta, anche se è in parte compensata dalla velocità di movimento bonus
  • Squishy e incapace di proteggersi adeguatamente
  • Autoattacchi lenti
  • Estremamente vulnerabile mentre ricarica Sussurro
  • Durante la R è un facile bersaglio, dovrai posizionarti sempre perfettamente per usarla

“Ogni proiettile sarà una danza”

Eccoci, sfortunatamente, giunti al termine di questa puntata di LoL Battle Academia. Ora che hai imparato le basi per giocare Jhin, devi solo portarlo in partita e provarlo. Come abbiamo visto Il Virtuoso può dire la sua in quasi ogni fase della partita. Perciò le noiosi fasi di linea, con Adc che devono stare safe e scalare, saranno un lontano ricordo e potrai dettare tu il ritmo della corsia. Cosa fai ancora qua? Vai in partita a testare i limiti di questo fantastico campione.


Cosa ne pensi di Jhin? Hai già trasformato i tuoi avversari in opere d’arte? Facci sapere tutto nei commenti!

Chi l'ha scritto?

Riccardo Pizolli

Avido videogiocatore sin dalla tenera età, cresciuto con platformer, Neverwinter Nights e Warcraft III. Modellista sperperatore che per la gioia del proprio portafoglio si è innamorato degli immensi universi di Warhammer 40k e Warhammer Fantasy. Attualmente è ancora alla disperata ricerca della propria copia di Yoshi's Island, dispersa anni orsono.