GDR Pokemon Speciali

VGC Pokémon: 3 cose che (forse) non sai

pokemon gnu meta vgc 2021 series 8 oranguru dynamax

La nuova stagione competitiva di VGC Pokémon è oramai iniziata, e a differenza di quella precedente stavolta, tra qualche mese, torneremo a giocarla anche nei tornei ufficiali! Però in questo anno e mezzo di inattività torneistica sono “nati” tanti nuovi giocatori, che mai hanno affrontato una stagione competitiva effettiva.

Ecco quindi 5 cose su questo mondo competitivo che, probabilmente, non sapevi e che lo riguardano sia in generale che su territorio italiano. Iniziamo!

1 – Come funzionano i tornei di VGC Pokémon?

I nostri tornei seguono la struttura della swiss+top cut. Cosa significa? Vuol dire che una volta registrati tutti i partecipanti, in base al loro numero, si stabilisce un numero di round da giocare. A ogni round vengono abbinati i giocatori tra di loro, in base al loro punteggio parziale frutto dei round precedenti. Quindi, per fare un esempio, se al termine del terzo round sto sul 3-0, verrò abbinato a round 4 con un giocatore che sta 3-0. Se i giocatori con lo stesso punteggio sono dispari, si sorteggiano abbinamenti con giocatori immediatamente sotto, quindi un ipotetico quinto ed ultimo 3-0 andrebbe contro un 2-1.


VGC 2021 Series 9 torneo Victory Road
Dopo un anno e mezzo di tornei online come questo, si torna a quelli dal vivo! – Fonte (VictoryRoad)

Terminata la fase a round, quindi la swiss, i primi x giocatori per punteggio finiscono in top cut e si giocano il torneo in una fase ad eliminazione diretta classica. Che succede se ci sono più giocatori con lo stesso punteggio e ne possono entrare solo alcuni (esempio: top 8 con un X-0, tre X-1 e cinque X-2)? In quel caso si va a vedere il rate percentuale dei propri avversari, quindi se tu hai battuto giocatori con un punteggio alto, e io giocatori con un punteggio basso, tu hai un “opponent’s rate” più alto, e quindi finirai comunque sopra di me a parità di punteggio personale.

Nei tornei online, nel periodo pandemico, molto spesso questa questione dei rate non sorgeva in quanto non ci stavano quasi mai top cut secche, passavano invece tutti i giocatori con un punteggio minimo (tendenzialmente tutti quelli con 2 o meno sconfitte). Nei tornei ufficiali di VGC Pokémon, salvo nuove disposizioni future, si è invece sempre optato per le top cut a numero fisso, secche e senza preliminari quindi.

Che cosa sono i CP del VGC Pokémon?

Nello scorso speciale sui tornei ho parlato dei Travel Award e dei Travel Stipend, ma se non hai capito bene il loro funzionamento ti sarà chiaro tra pochissimo, dato che parliamo dei CP in VGC Pokémon. CP sta per Championship Points, ossia punti guadagnabili giocando tornei ufficiali di VGC Pokémon.

A seconda della tipologia di torneo (Premier Challenge, Midseason Showdown, Regionale/Special Event, Internazionale) cambiano sia i premi e sia, soprattutto, i CP raccoglibili. Negli eventi più grandi, come Regionali e Internazionali, anche senza top cut si possono raccogliere un numero utile di CP, motivo per il quale anche chi non ha la pretesa di vincerne uno spesso viaggia per giocarlo. L’Internazionale è il caso più eclatante, dato che sopra i 400 giocatori partecipanti la top 128 fornisce 100 CP, mica bruscolini!

Una volta che si accumulano 300 CP nel corso di una singola stagione di VGC Pokémon, ci si qualifica per il Mondiale di quell’anno (che a differenza degli altri tornei non ha costo di iscrizione, si entra in automatico con la qualifica). Se ci si dovesse essere qualificati in tempo e regolarmente, sarà The Pokémon Company stessa attraverso la casella mail di Play Pokémon a inviare la mail con tutti i passaggi necessari!


Dove si svolgono i tornei più “competitivi” in Italia?

Non avendo più i tornei Regionali ma solo uno Special Event all’anno, le massime attrazioni competitive Italiane nel corso della stagione sono i Midseason Showdown. Le città dove si radunano i giocatori più forti per giocare, tendenzialmente, sono: Roma, Napoli, Aversa, Milano, Bologna, Torino, Viterbo e una qualsiasi città Toscana (dato che come regione è praticamente epicentro competitivo per quelle più attive).

Io personalmente, da Romano, oltre che quelli della mia città tendo a giocare i tornei di Viterbo e quelli campani. Quindi se dovessi decidere di fare un torneo qui da noi, potresti trovare me e i vari top player romani a darsi battaglia (Del Pidio, Boschetto, Porretti e così via).

VGC University Pokémon logo-min
Vuoi migliorare? Ricorda sempre che esiste la VGC University per farlo in fretta! – Fonte (VGCU)

Piccolo consiglio finale, come nota a margine. Non farti “spaventare” da dei risultati negativi ai tornei, né dall’idea di farne in posti dove il livello è molto alto. Prendere batoste contro gente molto più forte è un ottimo modo per capire come darle quelle batoste, mentirei se dicessi che non è così che sono migliorato. Mettiti in gioco e divertiti, che poi i risultati arriveranno!


Continua a seguirci su Instagram per non perderti i nostri speciali di punta, puoi trovare uno degli ultimi cliccando qui sotto! Appuntamento al prossimo e buona domenica!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.