GDR Speciali

Project Triangle Strategy: provato da un nabbo!

Project triangle strategy copertina

Project Triangle Strategy, presentato nell’ultimo Nintendo Direct, è il nuovo progetto per Nintendo Switch di Square Enix. Un videogioco che ripercorre i passi di Final Fantasy Tactics, rinnovandone la formula sotto tutti gli aspetti!

Facendo un paragone con dei giochi più moderni, è praticamente l’unione tra gli ultimi Fire Emblem e Octopath Traveler. Il genere è quindi quello degli Rpg strategici, non propriamente adatto al grande pubblico. Soprattutto quando profondi come Project Triangle Strategy. Profondità che non sta troppo nei combattimenti quanto in tutto il contorno. Preparazione, scelte morali e chi più ne ha più ne metta!

Pur non essendo molto avvezzo con questa tipologia di giochi (l’unico Fire Emblem che ho giocato è 3 Houses), ho deciso di provare la Demo gratuita. La trovi disponibile al download sul Nintendo eShop. Ai puristi di queste esperienze è piaciuta moltissimo, ma a un nabbo del genere come me può piacere? Vediamolo assieme.


Project Triangle Strategy: a prova di nabbo?

Personalmente quando si parla di strategici, sia di stampo Rpg che non, sono sempre poco attirato. Si è vero, gioco al VGC Pokémon a livelli competitivi, ma non è propriamente la stessa cosa. Soprattutto per il numero più limitato di variabili presenti in una sfida. E poi diventa strategico principalmente nel PvP, non contro la Cpu.

Project Triangle Strategy è un Rpg strategico vero e proprio, dove ogni singola mossa gioca un ruolo chiave per la buona riuscita di uno scontro. Non scherzo quando dico che sbagliare di anche solo una casella, a livelli di difficoltà alti, può pregiudicare un combattimento intero!

project triangle strategy combattimento
Classico combattimento a griglie, avendo giocato Fire Emblem mi sono sentito a casa! – Fonte (Square Enix)

Serve quindi sempre pensare diversi turni avanti, un po’ come se fosse una partita a scacchi. In questo caso, la selezione del livello di difficoltà è importante. Se sei alle prime armi, non selezionarne uno troppo alto quando uscirà il gioco completo!

All’inizio della Demo viene anche detto che il livello di difficoltà è stato alzato, rispetto a quello che dovrebbe essere. Scelta giustificata dal voler spingere il giocatore a impegnarsi, utilizzando appieno tutta la truppa e le risorse a propria disposizione.

Project Triangle Strategy non è però realmente ostico. Avendolo giocato per alcune ore, posso dire che superato lo scoglio iniziale è tutto molto intuitivo! Cero, se sei agli inizi scordati di fare immediatamente uno scontro impeccabile. Anzi, preparati a subire qualche KO qua e là. Anche se, stando a quanto accade nella Demo, qui se un personaggio cade in battaglia non è perso per sempre. Vedremo come sarà nel gioco completo.


project triangle strategy dialogo
Non so tu, ma a me il 2.5D alla Octopath Traveler piace molto! – Fonte (Square Enix)

Non mi dilungo troppo nei dettagli per due motivi. Il primo è che questo non è da intendersi come uno spiegone delle meccaniche. Il secondo è che l’appena citato spiegone te lo fa il Project Triangle Strategy nel corso della Demo. Quindi, finito di leggere, corri a provarla se vuoi saperne di più!

Project Triangle Strategy non è solo tattiche e statistiche

Come ogni gioco di Square che si rispetti, il gameplay non è l’unica componente importante. Project Triangle Strategy non fa eccezione. Non mi soffermo sulla storia, dato che la Demo parte dal capitolo 6 e onestamente non ho capito quasi nulla. Tra l’altro a inizio gioco si viene avvisati di non far caso alle vicende narrate, concentrandosi sul resto. Soprattutto sulle sensazioni trasmesse. Onestamente però, assistere a cose come un assalto al Re decontestualizzato non mi ha fatto né caldo né freddo.

Quello che invece mi è piaciuto molto è il sistema di scelte morali. Lo chiamo sistema non a caso, in quanto sembra davvero essere molto sistemico. Ogni singolo tipo di scelta che possiamo fare (moralità, pragmatismo e libertà) va ad aggiungere punti invisibili in quella direzione morale. A seconda di quel punteggio, cambiano sia eventi nella storia che i personaggi reclutabili. Cosa che aggiunge tutta una serie di meta informazioni, che sono manna dal cielo per i titoli single player come Project Triangle Strategy.

project triangle strategy scelte morali
E tu che scelte compirai nel tuo viaggio? – Fonte (Square Enix)

In definitiva, non ho avuto l’impressione che fosse un gioco complicato. Trovo molto più difficile imparare i nomi di tutti i personaggi che ci si parano davanti. Scherzi a parte, è sicuramente un gioco che può essere approcciato da quasi chiunque. L’importante è munirsi di tanta pazienza. Le informazioni da apprendere sono tante, perlomeno rispetto a un gioco medio. Ma una volta imparate sarà un’esperienza di gioco meravigliosa!


Ti sei perso il nostro speciale sul Nintendo Direct? Lo puoi recuperare facilmente cliccando qui! Project Triangle Strategy è ancora disponibile nella sua versione Demo, ricordati di scaricarla su Switch attraverso il Nintendo eShop!

Cosa ne pensi di Project Triangle Strategy? Dicci la tua con un commento!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.