GDR Pokemon Speciali

Pokémon flop del VGC 2020! – Speciale Via Vittoria

pokemon-flop-del-vgc-2020-speciale-via-vittoria

Benvenuto nella seconda parte sul recap del VGC 2020! Ieri abbiamo visto assieme i Pokémon top dello scorso formato, quelli che si sono distinti in positivo e che hanno, per larghi tratti, centralizzato il metagame!

Oggi tocca ai Pokémon che invece hanno floppato in VGC 2020. Cosa intendo per flop? Tutti quei Pokémon che inizialmente sembravano forti ma che, all’atto pratico, hanno raccolto poco e nulla in termini di risultati. Vediamo insieme quali sono!

Quali sono stati i peggiori Pokémon del VGC 2020?

Questa selezione tiene conto solo del periodo che va dalla Series 1 alla Series 6, in quanto l’introduzione di nuovi Pokémon nella 7 è stata davvero massiva, tale da definirla VGC 2021. Pokémon come Metagross, Glastrier o Moltres non sono stati quindi presi in considerazione.


Ludicolo: il rain abuser per eccellenza, sparito dai radar!

Mi ricordo che a inizio VGC 2020 ero molto in hype per Ludicolo e Pellipper assieme nel Pokédex, perché Ludicolo poteva essere una seria minaccia con le Dynamax. La tipologia Acqua/Erba, unita all’accesso a mosse di coverage come Ice Beam, o rendeva ottimo sulla carta.

Ludicolo VGC pokemon
Fonte (Gamefreak)

La verità è che ben presto Ludicolo è sparito dal meta, in quanto complessivamente meno solido di quel che si pensasse. Nemmeno l’accesso a Muddy Water, che prima non imparava, lo ha portato alto in usage. Vedremo magari se tornerà a farsi vedere nel formato uber, in quanto ottima risposta sia a Groudon che a Kyogre.

Arctozolt: il fossile di ottava gen più inutile

Una delle introduzioni più pesanti in questo meta è stata sicuramente quella dei nuovi fossili, con le mosse peculiari che raddoppiano in potenza se colpiscono un bersaglio che non ha ancora attaccato, nel corso del turno. Arctozolt però, in VGC 2020, si è rivelato totalmente inutile.

arctozolt vgc pokemon
Fonte (Gamefreak)

Perché lo metto nei flop? Perché mi aspettavo potesse fare bene in TR per via della tipologia. Il più grande problema dei tipi Elettro è sempre stato il tipo Terra, ed essendo lui per metà Ghiaccio era sulla carta attrezzatissimo per fare bene. Eppure non solo non ha mai fatto risultati, ma si è probabilmente rivelato il peggiore, anche più di Arctofish!

Gigalith: da veterano delle TR a versione scarsa di Rhyperior

Chi gioca da qualche anno sa quanto, in passato, Trick Room facesse rima con Gigalith. Soprattutto in VGC 2017! In VGC 2020 Gigalith era presente, ma con la meccanica delle Dynamax è stato scalzato da Rhyperior!


gigalith pokemon vgc
Fonte (Gamefreak)

A differenza dei precedenti due Pokémon, Gigalith è stato una pick per diversi giocatori, ma senza successo. Ci sono indubbiamente Pokémon migliori per Dynamaxare e l’essere mono stab, in tal senso, non lo ha aiutato. Anche se, per nostalgia, ultimamente alcuni veterani lo hanno giocato, riesumando team del VGC 2017 for fun in ladder.

Menzioni d’onore

Ero partito con l’intenzione di mettere altri Pokémon in classifica, ma mi sono accorto che grazie alle Dynamax non ce n’erano poi molti altri realmente meritevoli di questa flop del VGC 2020. Però le menzioni d’onore servono a questo!

Tra i flop “minori” rientrano a mio avviso Tsareena, Scizor, Darmanitan-Galar, Gardevoir e Slowbro-Galar. Tutti Pokémon da cui personalmente mi aspettavo poco, ma che non hanno saputo mantenere nemmeno quel poco che mi aspettavo. Chissà se in VGC 2021 qualcuno di loro tornerà alla ribalta, ma onestamente ne dubito!


Sapevi che in Via Vittoria puoi trovare build utili per il VGC? Trovi le altre puntate cliccando qui!

Se dovessero piacerti le mie build, sappi che le puoi provare in modo facile e veloce attraverso il simulatore Pokémon Showdown!

Cosa ne pensi di questa flop? Dicci la tua con un commento!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.