GDR Guide per Nabbi

Mario + Rabbids Sparks of Hope: tutto su Mario! – Guida per Nabbi

Guida per Nabbi Mario + Rabbids Sparks of Hope Mario-min

Benvenuto/a in questa prima Guida per Nabbi su Mario + Rabbids Sparks of Hope! Oggi facciamo un focus sul personaggio di Mario, andando ad analizzare sia le sue caratteristiche che le situazioni migliori per impiegarlo!

ATTENZIONE. Dato che questa guida arriva quasi subito dopo le prime impressioni, che puoi trovare in fondo alla guida, alcune informazioni potrebbero essere o parziali o mancanti. Ci potrebbero essere quindi eventuali aggiornamenti futuri alla guida quindi prova ricontrollarla tra qualche settimana! Fatte le doverose premesse, iniziamo!

Le caratteristiche di Mario in Mario + Rabbids Sparks of Hope

Ogni personaggio di Mario + Rabbids Sparks of Hope ha una sorta di stile di combattimento, praticamente come fosse una classe, ognuno con caratteristiche rispecchiabili nell’arma, nello spazio di movimento nel corso di un turno, nell’abilità attiva principale e nell’albero delle abilità passive (ossia lo skill tree). Mario ricopre il ruolo del Versatile, ossia un personaggio piuttosto equilibrato e tendenzialmente in ogni situazione. In poche parole, se si schiera Mario molto difficilmente si sta facendo una scelta sbagliata!


Mario oveerview-min
Fonte (Ubisoft)

L’arma di Mario è il Duo-Blaster, che consente al nostro idraulico preferito di rompere una regola del gioco. Tendenzialmente in Mario + Rabbids Sparks of Hope si può attaccare un solo nemico con l’attacco dell’arma, mentre con il Duo-Blaster se ne possono attaccare anche due contemporaneamente (oppure colpire due volte lo stesso bersaglio). Mario torna quindi estremamente utile quando bisogna eliminare velocemente tanti nemici deboli, come i Goomba o le Bob-Bombe, oppure chiudere una kill mentre si iniziano a pescare danni su un altro target.

Mario + Rabbids Sparks of Hope Mario arma-min
Fonte (Ubisoft)

L’abilità attiva di Mario è Vista dell’Eroe, che permette di colpire un nemico appena si muove nel raggio d’azione del Duo-Blaster infliggendo un danno maggiorato. Attenzione, per “movimento” si intende anche quando viene spedito in aria con una scivolata, quindi può essere uno strumento utile per delle buone combo nel corso del proprio turno, oltre che come un modo per fare danni extra ai nemici durante il turno loro. Altro segno di come l’appellativo di Versatile sia davvero azzeccato per Mario!

Mario + Rabbids Sparks of Hope Mario abilità-min
Fonte (Ubisoft)

In Mario + Rabbids Sparks of Hope esiste uno skill tree diverso per ogni personaggio, sebbene alcune di queste abilità passive siano condivise tra più di uno (esempio su tutti, il potenziamento dei punti salute). Il gioco consente di assegnare e riassegnare come si preferisce i punti statistica, quindi permette anche di sperimentare molto (cosa che ho fatto!). Per il momento direi che le abilità che vanno potenziate per prime siano quelle che vedi a evidenziate nello skill tree del mio Mario, ma ovviamente è lecito prendere in considerazione il distribuire i “Prismi Abilità” tra quelle più congeniali a scontri specifici.

Le abilità che ho scelto io potenziano la distanza percorribile dopo un Salto Team, aumentano il danno e diminuiscono il turni di ricarica di Vista dell’Eroe e aggiungono l’attacco in salto, ossia la possibilità di atterrare su un nemico mentre si plana dopo un Salto Team, planata la cui distanza è stata potenziata appositamente per scombare con l’attacco in salto! Questo è uno skill tree di un personaggio al livello 8 ovviamente, e sarà aggiornato man mano che andrò avanti col gioco, magari con l’aggiunta di più “build”. Prendila per ora come una build di riferimento per l’early game, per quelle più avanzate ci sarà tempo (e arriveranno!).

Mario + Rabbids Sparks of Hope Mario skill tree-min
Fonte (Ubisoft)

In definitiva, Mario è uno dei personaggi migliori di Mario + Rabbids Sparks of Hope (ma chi se lo sarebbe mai aspettato!!). Ha un buonissimo bilanciamento tra danni nudi e crudi e utilità nel gestire il terreno di gioco, quindi è la classica safe pick per ogni situazione. Questo non vuol dire però che in certi casi non sia meno ottimale di altri, ma come detto inizialmente si va sul sicuro usandolo!



Cosa ne pensi? Dicci la tua con un commento se ti va! Ricordati di seguirci su Instagram per non perderti i prossimi speciali, trovi uno degli ultimi usciti cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.