GDR Speciali

Elden Ring New Game Plus: 3 cose da sapere – Editoriale

elden ring

Se sei rimasto impaurito (o impaurita) da Elden Ring, l’idea di Elden Ring New Game Plus forse ti potrebbe spaventare anche di più. In effetti si sa poco e nulla di questa “versione” del gioco, quanto possa essere difficile, quanto possa cambiare rispetto al New Game base e così via.

Ecco perché oggi ti propongo le 3 cose da sapere assolutamente sulla versione “difficile” di Elden Ring, utili soprattutto in caso tu fossi nuovo dei titoli FromSoftware. Iniziamo!

1. Elden Ring New Game Plus non cambia i contenuti della mappa

Negli anni FromoSoftware ci ha abituato a due macro versioni di New Game Plus. La prima è quella classica, con semplicemente nemici che danno più anime (o rune in questi casi), hanno più Punti Vita e fanno più danni. La seconda, ossia quella proposta in primis da Dark Souls 2, è un cambio anche nei contenuti del mondo di gioco, ossia nemici nuovi, forzieri e drop che forniscono item più avanzati e così via. Elden Ring New Game Plus adotta lo schema classico, ossia il primo dei due.


elden ring
Davvero impressionante, non è vero? – Fonte (From Software)

Personalmente penso che, in un mondo così grande, sarebbe stato meglio usare il metodo di Dark Souls 2, che alla luce delle scelte di Elden Ring rimane per un pelo il miglior Souls come GDR (non come gioco in generale). Lasciando tutto com’è, riattraversare l’Interregno una seconda volta risulta davvero poco stimolante, andando direttamente nelle zone utili ad avanzare nella trama e, di conseguenza, relegando i boss opzionali a farming extra solo se necessario.

2. Elden Ring New Game Plus non è esattamente più difficile

Premessa. Se dovessimo considerare i soli parametri sì, ovviamente a fronte di Punti Vita e danni aumentati i nemici sono più ostici. Nonostante questo, però, soprattutto Sepolcride e dintorni sono praticamente una barzelletta da affrontare. Mi spiego meglio affinché sia chiaro.

Elden Ring New Game Plus non dà la stessa sensazione che dava Elden Ring in New Game, in termini di fasi iniziali di gioco. Per larghissimi tratti del New Game Plus, soprattutto nelle fasi iniziali, non sei tu a essere chiuso lì con i nemici, sono loro a essere chiusi lì con te (cit.).

elden ring new game plus build
ecco la mia build di partenza (arma + stats) che uso in NG+, talismani e armature le vario a seconda della zona. – Fonte (Elden Ring)

Quella qui sopra sono le mie statistiche e l’arma che sto usando, anche se a inizio Ng+ avevo un livello più basso. Io con questa build ho fatto first try tutti, e ripeto tutti, i boss di Sepolcride Viverna compresa (perché sì non ha 4 zampe + le ali quindi non è un drago!). Ho anche attraversato Caelid battendo O’Neil e sono andato nella zona dragonica a nord, battendo facilmente sia la Viverna sul ponte (un classicone dei giochi From) e il Gargoyle, entrambi boss che se provi a fare nel NG base a inizio gioco ti asfaltano, a meno che tu non sia veramente bravo.

3. Il drop delle rune non è moltiplicato equamente

Il drop delle rune in Elden Ring New Game Plus non utilizza un moltiplicatore generico, le rune non raddoppiano, triplicano o così via sempre e comunque in quantità. Molto spesso ci sono forte variazioni, alcuni nemici/boss danno persino 5 volte le rune di prima e altri “solo” il doppio.


Una scelta che probabilmente è dettata dalla volontà di dare un bilanciamento ad hoc a Elden Ring New Game Plus, senza automatizzare con un calcolo unico le modifiche ai drop. Va detto però che fa un po’ strano battere un boss ancestrale, come Godrick, e ricevere in cambio 80k rune che non sono sufficienti nemmeno per un level-up arrivati in New Game Plus. Probabilmente saranno valori che verranno patchati presto.

Ultima cosa da tenere a mente, ma non per importanza, è che nei Souls ci sono New Game Plus crescenti. Il primo si chiama NG+, il secondo NG+ 2 e così via, con difficoltà e drop di anime/rune sempre più crescente. Le valutazioni fatte oggi sono sulla base del New Game Plus iniziale, ma appena avrò modo di metter mano ai prossimi ne parlerò quindi continua a seguirci se sei interessato!


Cosa ne pensi? Dicci la tua con un commento se ti va! Ricordati di seguirci su Instagram per non perderti i prossimi speciali, trovi uno degli ultimi usciti cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.