GDR Speciali

Elden Ring: declino di Radhan, da titano a meme- Editoriale

Mod di Elden Ring

Di Elden Ring si è ormai parlato in lungo e in largo, e probabilmente proprio come per Dark Souls lo si farà anche in futuro, però se ci sta un argomento ricorrente è quello della difficoltà. Molti utenti, non è un mistero, si sono a più riprese lamentati della difficoltà elevata del titolo di FromSoftware, la quale con l’ultima patch ha però esagerato un pelino con i nerf (Radhan su tutti).

Questa patch ha probabilmente esposto un’ulteriore volta un problema, ricorrente, delle produzioni FromSoftware: la totale assenza di mezze misure. Cosa intendo dire? Vediamolo insieme.

Elden Ring si fissa sugli eccessi: o boss insormontabili o sacchi da boxe

Ho un ricordo molto nitido di Radhan nella 1.01, è stato uno dei boss più ostici nella mia run personale su Elden Ring. Contando anche che non avevo capito subito, mio malgrado, che fosse importante evocare tutti quegli npc per batterlo. Un boss ovviamente tarato verso l’alto come difficoltà, al punto che su vari forum molti utenti si sono lamentati della cosa.


Mod di Elden Ring tasti playstation
Fonte (Bandai Namco)

FromSoftware non ci ha pensato due volte, includendo tra i nerf anche il buon Radhan e rendendolo persino il più nerfato in assoluto. Risultato? Ora Radhan è un completo fesso, lento ad attaccare, meno letale nei danni e meno resistente in termini di difese e punti vita. Penserai: “beh buono no? Era un nerf necessario”.

No Dio santo, non serviva un nerf a boss e nemici, serviva un benedettissimo buff alle risorse del giocatore! Ricordo alla gentile clientela che l’armatura mostrata qualche speciale fa, peraltro dello stesso Radhan e ora si può dire, continua ad avere la protezione della carta stagnola. 39.2 di peso, 41 di protezione (ai danni fisici) dal set completo, ci tengo a ricordare questo e anche che si tratta di un’armatura top tier per statistiche.

In Elden Ring il problema non sono i danni dei boss, e anche fosse non è rendendoli brocchi totali che si risolve il problema, in quanto si crea quello opposto. Sempre usando Radhan come esempio, che poveraccio lo han distrutto, ha perso tutto il fascino della battaglia epica. Che senso ha evocare 10 npc e creare quel senso di battaglia corale se poi, tanto, in nemmeno 30 colpi viene giù anche affrontandolo 1 vs 1 a muso duro? Il tutto senza la costante minaccia di restarci secchi da un momento all’altro, cosa che in Elden Ring 1.01 era palpabile.

Può mai esser normale che un boss sulla carta pazzesco come Radhan venga umiliato, e nemmeno poco, in 1v1 persino in New Game Plus? Io che lo avevo vissuto in 1.01 nel New Game base mi sono sentito in colpa, non mi sembrava plausibile che lo stavo facendo quasi no damage in 1v1, senza che potesse reagire decentemente. New Game Plus eh, e senza build particolari o con danni stellari, figuriamoci in New Game che cosa è diventato. Da titano a meme.

elden ring
Fonte (From Software)

I boss devono essere tosti, soprattutto quelli principali, semplicemente il giocatore deve potersi avvicinare alla loro portata. Immagina una partita di calcio ok? Tutto nella norma, solo che i giocatori al posto degli scarpini hanno le scarpe liscie da ginnastica e, invece del pallone di cuoio, giocano con la palla arancione leggerissima che usavamo da bambini. Ogni scatto li fa finire per terra scivolando sull’erba, ogni tiro finisce in curva per via della palla troppo leggera. Secondo From la soluzione lì sarebbe una porta grande il triplo e un terreno anti scivolo, non gli scarpini coi tacchetti e la palla di cuoio.


Questo serviva a noi giocatori in Elden Ring, e questo ci serve tutt’ora. Mezzi che ci consentano di giocarcela con boss epici e impegnativi, non vederli diventare i fratelli illegittimi del Demone Toro di Dark Souls.


Cosa ne pensi di Elden Ring? Dicci la tua con un commento se ti va! Ricordati di continuare a seguirci su Instagram per non perderti i prossimi speciali, trovi uno degli ultimi usciti cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.