GDR News

Attenzione: Cyberpunk 2077 può scatenare crisi epilettiche!

cyberpunk 2077 dev finito gioco 175 ore cd projekt red

Cyberpunk 2077 ha un livello che potrebbe causare delle crisi epilettiche. Sì, l’attesissimo titolo che uscirà fra soli due giorni, ha una quest obbligatoria che (per via di scambi di luce molto forti) potrebbe causare una crisi epilettica generalizzata. Ma vediamo insieme tutti i dettagli.

Cyberpunk 2077 rende epilettici?

Un recensore, Liana Ruppert, ha fatto sapere che mentre recensiva Cyberpunk 2077 ha avuto una crisi epilettica generalizzata. Queste, avvengono quando la persona sviene e inizia ad avere “come delle convulsioni”.

Cyberpunk 2077 autotradurrà voci npc
Ecco Reeves! – Fonte (CD Projekt RED)

Ciò che risulta essere sconcertante, sotto certi punti di vista, è l’assenza dell’avvertenza sull’epilessia fotosensibile. Sì, quel testo che appare a schermo quando avviamo un gioco o accendiamo le nostre console.


Ruppert, il recensore di Game Informer, ha scritto che ci sono una serie di possibili effetti a schermo che potrebbero scatenare una crisi epilettica. Ma Videogamechronicle ha scavato a fondo sulla questione, e ha scoperto, tramite Twitter, che uno di questi effetti si trovano all’interno della main quest. Dunque, è impossibile evitarlo.

Inoltre, nonostante tutte le opzioni di accessibilità presenti nel gioco, sembra quasi che CD Projekt RED si sia dimenticata degli epilettici. Almeno per quanto riguarda Cyberpunk 2077. Bisogna anche dire che, i recensori giocano i titoli svariati giorni (se non settimane) prima che il videogioco in questione esca, dunque, privo di tutte le patch.

Ma ciò potrebbe essere una “scusa” che non regge, visto che gli sviluppatori di Cyberpunk 2077 devono aver testato il gioco, proprio per evitare che scateni crisi generalizzate o parziali a una persona che soffre d’epilessia.

cyberpunk 2077 dev finito gioco 175 ore
Manca sempre meno – Fonte (CD Projekt RED)

Dunque, tecnicamente Cyberpunk 2077 dovrebbe essere arrivato in mano ai recensori dopo aver passato questi test. Insomma, che tu sia epilettico oppure no, ricordati di seguire tutte le istruzioni a schermo per evitare di avere una crisi.

L’importanza delle regole e Cyberpunk 2077

Quante volte avviando un titolo abbiamo visto l’avvertenza per l’epilessia fotosensibile? Beh, purtroppo quel muro di testo non sta lì “giusto per”. Purtroppo, è capitato molto spesso che un videogioco facesse scoprire a qualcuno il suo essere epilettico. Quindi sì, i videogiochi potrebbero scatenare una crisi. Ma non causano l’epilessia.


Il problema, nel caso di Cyberpunk 2077, è che tutti coloro che sanno di essere epilettici sono “salvi”, perché possono parlare con un medico o seguire delle semplici regole per evitare di avere una crisi. Quali sono?

  • Giocare in una stanza ben illuminata
  • Fare una pausa di quindici minuti dopo ogni ora di gioco
  • Non giocare se sei stanco
  • Non stare troppo vicino allo schermo
  • Se avverti capogiri, mal di testa, nausea, spasmi (anche lievi) smetti di giocare

Cinque semplici regole che potrebbero salvarti la vita da un attacco, non prenderle sottogamba. Sì, perché purtroppo non tutti sanno di essere fotosensibili o di soffrire di epilessia fotosensibile.

Dunque, per salvaguardare te stesso e chi ti sta a cuore, ripeti (e fai ripetere) queste regole come se fossero un mantra. Ovviamente, se hai fatto un test e sei risultato negativo, allora sei al sicuro.

cyberpunk 2077 cut content
Pronto a buttarti nell’avventura? – Fonte (CD Projekt RED)

Vogliamo ricordare che non sono i videogiochi a causare l’epilessia, come già detto. Ma purtroppo, molto spesso questa malattia si scatena per ragioni fisiche o psicologiche. Dunque, non prendete mai quelle avvertenze pensando «Eh, ma a me non succede», perché prevenire è meglio che curare.

Il fatto che CD Projekt RED non abbia inserito nemmeno l’avvertenza all’interno di Cyberpunk 2077, è stata una negligenza che poteva far rischiare un attacco epilettico ai recensori (com’è successo) e successivamente a noi “consumatori”.

cyberpunk 2077 rimandato di poco
Abbiamo una città da bruciare, non delle persone… – Fonte (CD Projekt RED)

Dobbiamo poterci divertire senza avere l’ansia di stare male, perché sono gli sviluppatori a dover tenere conto di queste situazioni e nel caso avvertire.


Tu cosa ne pensi? Sei d’accordo? Ti è mai capitato di stare male durante una sessione di gaming? Facci sapere la tua esperienza, o la tua opinione, con un commento qui sotto!

Sapevi del cut content di Cyberpunk 2077?

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.