GDR Speciali

Cyberpunk 2077 Beta è venduto come 1.0 – Editoriale

cyberpunk 2077 bug samurai giacca

Cyberpunk 2077 Beta, una versione che tecnicamente dovrebbe essere pre-rilascio del gioco, è presente nei dischi delle versioni fisiche come versione 1.0. E se pensavi che le versioni 1.01 o 1.02 del gioco fossero buggate, male ottimizzate, piene di problemi e di crash credimi, non hai mai visto la “vera” forma di Cyberpunk 2077 così come ci è stata venduta.

Oltre a essere tempestata da un quantitativo infinito di problemi, la versione 1.0 (che ripeto essere praticamente una Beta, tra l’altro buggatissima) ha anche delle caratteristiche completamente rimosse dal gioco finale. Si pensa per motivi di stabilità generale, in quanto tolgono carico di calcolo dal PC/Console che si sta usando. Oggi quindi si parla di entrambe queste cose, sia del discorso Beta venduta nei negozi a prezzo intero e sia del contenuto tagliato. Iniziamo!

Cyberpunk 2077 Beta è nei dischi come versione 1.0, ed è giocabile!

Ti anticipo già da ora che, se sei curioso di provare Cyberpunk 2077 Beta, è possibile giocare a questa prima versione in modo semplice. Innanzitutto bisogna disinstallare qualsiasi contenuto inerente al gioco dalla console, qualora ce ne sia qualcuno. Consigliabile un backup in cloud dei dati di salvataggio prima, se non li vuoi perdere per sempre.


Dopodiché bisogna staccare la connessione a internet dalla propria console e inserire il disco di gioco, per poi procedere all’installazione. Non essendoci modo di connettersi alla rete, e non essendoci dati di aggiornamento pregressi sulla memoria interna, il gioco partirà in versione 1.0 che è quella che ci interessa! Questo tipo di prova è stata fatta su console PS4 Pro, dallo Youtuber Tyler McVicker. Tecnicamente dovrebbe funzionare allo stesso modo anche installando su PC il gioco attraverso una copia fisica, a patto di essere muniti di un masterizzatore, ma ci sono un paio di motivi per i quali non ci sono garanzie.

Un video che parla da sé

Il primo è che banalmente ancora nessuno ci ha provato (da quel che si può sapere), il secondo è un pochino più specifico. Questa presunta 1.0 è veramente tanto buggata, piena di errori e glitch ma soprattutto, come anticipato, di contenuti rimossi poi dalle versioni attualmente giocabili del gioco. I recensori delle varie testate hanno provato il gioco prima del Day One, anche diversi giorni prima, però nessuno ha segnalato un quantitativo così tanto preoccupante di bug e glitch. Anche dai gameplay dei vari influencer, registrati ben prima della pubblicazione ovviamente, non sono presenti falle così tanto pesanti.

Possibile quindi che, essendo copie digitali, siano state consegnate già senza quei problemi lì, dando ai recensori una versione del gioco migliore e quindi un’effettiva 1.0, e che quindi comunque le copie fisiche per PC siano la Beta. Però, ripeto, non possiamo dirlo con certezza per ora. Però perché nelle versioni fisiche abbiamo Cyberpunk 2077 Beta e non la versione realmente finale data ai recensori prima del Day One? La risposta è la fase Gold.

Che cos’è la fase Gold di un videogioco?

Se ti interessa saperne di più sulle fasi di sviluppo di un videogioco, ho scritto uno speciale poco tempo fa che parlava dell’argomento. Lo puoi trovare qui sotto, ti consiglio di dargli un’occhiata una volta finito di leggere questo Editoriale.

In breve, la fase Gold è quella nella quale il gioco viene preparato alla messa in stampa sulle copie fisiche, mentre contemporaneamente si lavora ad eventuali patch Day One in caso fosse necessario. Cyberpunk 2077 è stato dichiarato in fase Gold, da CD Projekt Red, il 5 Ottobre 2020, con un tweet che rivisto ora strappa un sorriso amaro dato che assicuravano l’uscita per il19 Novembre (diventato poi 10 Dicembre poco prima del rilascio).


Se il tweet della fase Gold risale al 5 Ottobre, Cyberpunk 2077 Beta è effettivamente una versione più vecchia di 2 mesi rispetto alla 1.01, ossia quella che abbiamo giocato a Dicembre. Per questo non hanno potuto aggiornarla senza patch, oramai era già entrata in produzione da un bel po’.

Che cosa è stato rimosso dalla Beta?

Cyberpunk 2077 Beta aveva, come detto, dei contenuti poi rimossi a partire dalla patch 1.01, anche se nessuno di questi era realmente vitale. Il primo dei contenuti tagliati è il poter vedere il modello tridimensionale delle armi nel menu, con tanto di rotazione a 360°. Una feature che, a dirla tutta, non sembrava ancora molto pronta e probabilmente è stata rimossa per concentrarsi su altro.

Il secondo è la possibilità di commerciare, sia comprando che vendendo oggetti e materiali, con tutti i mercanti di Night City, anche con quelli con i quali non è possibile farlo sin dalla 1.01. Questa modifica non ha spiegazioni di Design, probabilmente è stata rimossa unicamente per alleggerire il carico di calcolo e, di conseguenza, agevolare le prestazioni su console old gen (figuriamoci se la lasciavano!).

cyberpunk 2077 bug texture cd projekt red
Piccolo reminder sul caricamento dei modelli al day one – Fonte (CD Projekt Red)

Il terzo è la possibilità di mettere dei marker sulla mappa, ossia i segnalini che si posizionano manualmente per raggiungere il posto desiderato, anche in verticale su punti specifici degli edifici. Ma come, gli edifici di Night City sono quasi tutti non esplorabili in ogni loro piano giusto?… Esattamente.

Penso che da questo punto si stia capendo la mole della magagna fatta davvero con Cyberpunk 2077. Altro che pochi contenuti di Cyberpunk 2077 Beta rimossi nella versione finale con la Patch, il quantitativo di contenuti tagliati potrebbe essere molto maggiore di così. Non parlo di quello che già si sapeva che sarebbe stato tagliato, come la corsa sui muri e la scheda personaggio. Molto probabilmente prima si poteva visitare ogni singolo edificio di Night City, solo che per fare prima hanno rimosso questa possibilità.

cyberpunk 2077 vs sony strade palazzi macchine
Bello esplorare, ma era meglio farlo ovunque! – Fonte (CD Projekt Red)

Semplicemente in Cyberpunk 2077 Beta avevano lasciato per errore il marker in verticale, quindi lo hanno rimosso nella 1.01 perché inutile. Del resto quando si esplorano gli edifici in verticale nelle missioni, che sono scriptate e quindi non si parla di esplorazione libera, i segnalini sul dove andare ce li da la missione stessa, piazzarli manualmente non serve.

Chissà quante altre cose sono state rimosse, chissà soprattutto quanto del restante materiale tagliato fosse superfluo oppure, come nel caso dell’esplorazione verticale, un toccasana per l’immersività. La verità. anche piuttosto triste, è che CD Projekt Red ha puntato troppo in alto per poi cadere molto male, con un videogioco che per mesi ha fatto parlare di sé solo in modo negativo.

Cyberpunk oramai è praticamente irrecuperabile

Domani saranno 7 mesi esatti dal rilascio di Cyberpunk 2077 sul mercato, ma eccezion fatta per il primo di questi mesi (con recensioni decisamente rivedibili) nessuno ha poi più parlato di Cyberpunk, giocato il gioco sul web o scritto guide utili parlandone in modo positivo. Non per i bug o per i crash, semplicemente perché la struttura di gioco non è così esaltante e la scarsissima intelligenza artificiale degli npc, sia nemici che non, azzera quasi completamente la sfida dopo appena 10/15 ore di gioco. Cos’altro serve per far capire a uno studio di sviluppo che un gioco è semplicemente venuto fuori male? Non è uno scempio fallire un progetto, nella vita le cose vanno sia bene che male.

La cosa migliore sia a livello di immagine che a livello soprattutto economico per CDPR ora è archiviare Cyberpunk, concentrandosi su altro. Qualcosa di meno ambizioso forse, ma che funga da rilancio personale. Tanto non sono stati i primi a fallire né saranno gli ultimi, molte software house amatissime come Ubisoft, con Assassin’s Creed Unity, e FromSoftware, con Dark Souls 2, hanno floppato pesantemente in modi diversi. Eppure si sono rialzate molto bene, soprattutto From se pensiamo a quel capolavoro di Sekiro. CDPR deve fare lo stesso, e ce lo auguriamo tutti.


A breve verrà rilasciato, pare, un nuovo enorme aggiornamento per Cyberpunk 2077, il cui contenuto non è meglio specificato per ora. Continua quindi a seguirci per non perderti le ultime novità!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.