GDR Pokemon Speciali

BDSP VGC: il meta dei Diamante e Perla remake!

pokemon-diamante-lucente-e-perla-splendente

Negli ultimi giorni il BDSP VGC, ossia il meta competitivo dei remake di Pokémon Diamante e Perla, sta letteralmente dilagando tra gli appassionati del competitivo Pokémon! Un meta che sa di passato, simile per certi versi al VGC 08 che diede origine a questa branca competitiva del franchise, con però meccaniche e introduzioni prese dagli ultimi capitoli.

Oggi ti voglio parlare sia del meta in sé per sé, analizzandone le caratteristiche, e sia delle mie impressioni sulla sua qualità e giocabilità. Dopo questo speciale farò anche guide alle build del meta dei remake, quindi se sei interessato non perderti nemmeno quelle! Partiamo.

Il BDSP VGC è meglio della Series 11?

Al momento della scrittura di questo articolo, il formato competitivo ufficiale è il VGC 2021 Series 11 ed è giocabile su Pokémon Spada e Scudo, così come sono rimaste sui giochi di ottava gen anche le lotte ranked. Nulla di tutto questo è presente sui remake Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente, ed è per questo che è nato il BDSP VGC.


BDSP sta per Brillant Diamond Shining Pearl, ossia il nome inglese dei remake di Diamante e Perla, e come detto non è il formato ufficiale. Nonostante ciò i giocatori competitivi si sono spostati in gran parte su questi remake per giocare for fun, anche in vista di tornei online in arrivo (anch’essi non ufficiali). Se è vero che una volta ripresa la season con gli eventi live ci si concentrerà in automatico più sulle Series ufficiali, per forza di cose, è anche vero che era tanto che non si vedevano giocatori di VGC divertirsi così genuinamente sul competitivo.

pokemon vgc dynamax
Basta Pokémon Dynamax! – Fonte (Game Freak)

Il BDSP VGC prevede l’utilizzo solo dei primi 493 Pokémon circa del Pokédex, escludendo i Pokémon misteriosi e gli Uber (quindi niente Kyogre, Groudon, Dialga, Palkia e così via). Sono ovviamente ammessi i leggendari non uber, come Entei, Suicune, Zapdos, i Regi, Cresselia e via discorrendo. Per farla breve, se un Pokémon è ottenibile su Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente allora è giocabile in BDSP VGC.

A cambiare, rispetto alle Series di Pokémon Spada e Scudo, non è però solo il dex disponibile. Molte mosse che alcuni Pokémon possono apprendere sui giochi di ottava gen non le possono più imparare sui remake, come Flare Blitz per Entei o Heat Wave per Zapdos. Anche svariati oggetti non esistono in questo remake, come Eviolite, Safety Googles e Assault Vest. Meno Pokémon, movepool leggermente meno variegati, meno item e quindi meno variabili in generale.

Molto più facile farsi strategie solide, molto più facile formulare spread ottimali e, soprattutto, torna molto più importante la coverage tipologica piuttosto che l’uso di Pokémon forti a prescindere. Ci sono ovviamente Pokémon più meta di altri, come per esempio i Rotom, Breloom, Garchomp e ovviamente Cresselia, però non sono soffocanti.

Non si tratta nemmeno di un meta dove tutto è viabile, perché le pick vanno comunque fatte con criterio. Non si può giocare Torterra buttandolo a caso nella mischia, come succede con Pokémon altrettanto subottimali in meta Dynamax, ci deve stare un criterio logico. Se c’è, funziona, se non c’è non funzionerà mai.


pokemon diamante e perla remake palestra lotta
Fonte (ILCA)

Quindi è effettivamente un bel metagame?

Altroché!! Il BDSP VGC è forse uno dei meta più divertenti che io abbia mai giocato. Ha alcune pecche, ma tendenzialmente ha molti più pregi. Ripeto, se in fase di team building si fa particolare attenzione alla coverage tipologica e di situazioni non si va mai in crisi, ce la si gioca sempre.

Diverte soprattutto quando ci si trova davanti a situazioni non previste, cosa che su Spada e Scudo invece è estremamente frustrante. Se si builda bene il team, è davvero molto stimolante ingegnarsi con le carte a propria disposizione. Ti faccio un esempio per chiarire cosa intendo.

Nel mio team, colpevolmente, non ho risposte secche a Cresselia. Non ho il Tyranitar che spara Crunch o il Pokémon Spettro di turno che fa Shadow Ball. Anzi, a dirla tutta, non ho nemmeno una mossa che fa danno superefficace su Psico. Cosa faccio quindi con Cresselia? Lo isolo prendendo le kill sugli altri membri del team avversario, poi me la gioco di superiorità numerica tra Super Fang e Follow Me di Pachirisu, Gyarados che fa Dragon Dance e Waterfall con i Leftovers, Breloom che lo mette a dormire con Spore e così via. Perché sì è immortale, ma non è realmente pericoloso a livello offensivo e alla lunga va k.o.

pokemon presents diamante e perla remake gameplay pokemon che segue
Non so tu ma nella mia testa lo vedevo così da bambino! – Fonte (TPCI)

Ecco quindi che il mio avversario potrebbe intuire la mia strategia e quindi levarlo dal campo prima, mettendo un Pokémon che invece non posso ignorare ed evadendo dal 2v1 a livello di focus delle mosse. Quindi io dovrei cambiare piano, lui lo potrebbe rifare di conseguenza e così via. Più strategico, meno confusionario, più tattica, meno pupazzi grandi e così via. Protect non può essere bucata da nessuna mossa, non ci sono Pokémon con una statistica offensiva base di 160 o 170 punti, non volano mosse ad area da 120 o più di danno e, soprattutto, non ci stanno i Regieleki di turno che pure se metti Tailwind e spari Agility comunque ti stanno sopra di Speed.

La pace dei sensi che sto provando giocando questo meta è indescrivibile, ignoro volentieri le situazioni in cui Garchomp ti tira Frana e flinchi per tre turni filati, non mi importa. Finalmente riesco a divertirmi giocando a un VGC, cosa che non mi capitava da diverso tempo. Se sei un giocatore che ha abbandonato il competitivo da tempo, prova il BDSP VGC. Tempo 20 minuti e ti ci chiuderai come nei giorni d’oro, garantito!


Continua a seguirci su Instagram per non perderti gli altri speciali, puoi trovare uno degli ultimi cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.